Comune di Citerna

by umbria citta on

Ha origini Etrusche-Romane. Come tutti i centri dell’Umbria settentrionale, subì invasioni, saccheggi e distruzioni da Annibale in poi. Fu fortificata nel primo Medioevo. Citerna è situata su di un colle, fra i torrenti Cerfone e Sovara, in posizione dominante sulla valle Tiberina. ƒ l’antica Civitas Sobariae (o Castrum Citarnae). Il suo territorio fu densamente popolato anche in età romana, come è attestato dai ritrovamenti di fittili e monete avvenuti in particolare tra S. Fista e Pistrino. Distrutta dai goti di Totila, fu ricostruita dagli Aretini e divenne feudo dei Marchesi del Colle, poi del Monte

Bourbon. Nel 1199, per sottrarsi alle insidie dei comuni vicini, fece atto di sottomissione a Città di Castello, rinnovato nel 1273. Nel 1310 fu sottomessa dalla potente famiglia dei Tarlati di Pietramala e vi rimase sino al 1340; assieme a Città di Castello richiese la protezione dei Perugini. Fu di nuovo governata dai Pietramala e poi dai Malatesta finchè, nel 1463, passò allo Stato Pontificio. Agli inizi del 1500 Citerna fu data in vicariato alla famiglia Vitelli di Città di Castello che con alterne vicende e dopo averla arricchita di opere d’arte e monumenti, la tenne sino alla fine del secolo. Nel 1619 e nel 1630 si ebbero in Citerna due grandi pestilenze che provocarono numerose vittime. Nel 1849 ospitò Garibaldi mentre si ritirava verso Ravenna e nel 1860 entrò a far parte del Regno d’ltalia, prima fra tutte le città umbre.

Frazioni e Località: Fighille, Pistrino.

Written by: umbria citta