Comune di San Giustino

by umbria citta on

Antico centro umbro densamente popolato anche in età romana. La sua più antica ripartizione territoriale risale al IV secolo dell’Era Volgare. La città prende nome da un soldato romano martirizzato perché borgo cristiano. Collocato fra borgo San Sepolcro e Città di Castello gode di ottima posizione, in passato appetibile e allo stesso tempo pericolosa per la sua autonomia. Nel 1109, sulle colline prospicienti la Pieve, sorge il Castello di Castiglione, su cui vanta diritto di proprietà e patronato Federico Barbarossa. Dopo la distruzione del Castello, alla fine del 1200, diviene fortilizio di difesa della vallata: il Palazzo dei Dotti, coinvolto nelle stesse vicende della limitrofa Città di Castello viene distrutto nella prima metà del 1400 dalle lotte tra i signori della valle. A fine secolo, i magistrati decidono di ricostruire il fortilizio trasformandolo in fortezza. L’opera viene affidata al finanziamento di Nicolò Bufalini, il ricco proprietario della zona. Le vicende del Risorgimento legano ulteriormente San Giustino a Città di Castello, occupate insieme dalle truppe di Manfredo Fanti, l’11 settembre 1860, ed insieme annesse al Regno d’Italia.

Frazioni e Località: Celalba, Cospaia, Lama, Selci, Uselle-Renzetti.

Written by: umbria citta