Comune di Sigillo

by umbria citta on

Di origine umbra fu eretto fra l’attuale Sigillo e Villa Scirca lungo la via Consolare Flaminia, subendo nei secoli tutte le invasioni dei barbari che scendevono verso Roma lungo quella via. “Suillum” fu municipio della sesta regione Augustea e Plinio il Vecchio ne ricorda gli abitanti. Devastato da Totila, durante la guerra Gotico-Bizantina (552), fu ricostruita dai Longobardi ed assoggettato al Ducato di Spoleto. Alla fine del secolo X fu concesso in Feudo, da Ottone III, al Conte Lupo di Nocera, detto Vico di Monaldo. Danneggiato gravemente da Federico II nel 1237, fu ricostruito ed ampliato da Perugia nel 1274. Saccheggiato dai Montefeltro nel 1388, nel 1397 passò allo Stato della Chiesa. Nel sec. XV ottenne statuti propri che furono ampliati e confermati nel 1616, come testimonia il libro degli statuti della Magnifica Comunità della Terra di Sigillo, conservato nell’archivio comunale.

Frazioni e Località: Scirca, Fontemaggio, Val di Ronco.

Written by: umbria citta